Be Human

COS' E' L'AFE



AFE consulting

ATTIVITA' FISICA EDUCATA AMBIENTALE

Per la Valutazione dello Stato di Salute e di Capacità di Esercizio delle Persone e l’ Educazione alla Pratica Terapeutica Continuta e Facilitata dell’Attività Fisica

Benefici Terapeutici ed Indicazioni per la Persona della pratica CONTINUA di Attività Fisica Educata:

Prevenzione primaria delle malattie degenerative CardioNeuroVascolari
Terapia e prevenzione secondaria delle malattie degenerative CardioNeuroVascolari
Terapia e Prevenzione del Diabete e delle Malattie Dismetaboliche
Terapia e Prevenzione dei disturbi della Menopausa
Terapia e Prevenzione della Disautonomia nell’Anziano
Terapia dei Disturbi Neuropsichici e Neurovegetativi
Terapia di Supporto al Controllo del Peso dell’Obesità e dei Grassi corporei
Terapia di Supporto alla Dieta e alla Nutrizione Bilanciata
Terapia di Supporto al Controllo ed Eliminazione del Fumo
Terapia di Supporto in Medicina e Chirurgia Estetica
Recupero e Mantenimento della Forma psicofisica
Controllo dello Stress



Il Metodo AFE: Attività-Fisica-Educata in Ambiente

Applicato in una lunga e provata esperienza clinica e scientifica di medicina e cardiologia preventiva e riabilitazione cardiologica e neurovascolare.

L’educazione e l’esercizio fisico sono stati introdotti ed applicati sia in ospedale che sul territorio, utilizzando l’ambiente vita, il territorio, la casa, come strumenti di cura e terapia al fine di raggiungere e mantenere un’abitudine al movimento continuata educata, facilitata e quindi aderente all’ambiente al proprio contesto di vita.

L’Esercizio Fisico viene applicato ed adattato secondo le esigenze, le possibilità psicofisiche, il profilo e le attitudini della persona e del Suo ambiente per renderla protagonista del recupero e del mantenimento dignitoso ed informato della Sua Salute con una “tecnologia ambientale” semplice: non fatta da strumenti sofisticati o costosi, ma personalizzata alla Persona, alle Sue risposte ed esigenze psicofisiche ed alle possibilità offerte dall’ Ambiente.

Gli strumenti, la tecnologia e l’ambiente si adattano alla Persona ed alle Sue risposte .

L’Educazione e l’Ascolto della Persona, la Terapia Educativa, è Fulcro e Strumento essenziale, finalizzato a favorire la personalizzazione, la continuità, il matenimneto della cura, che sempre in ogni atto medico non dovrebbe e non deve essere limitata alla cura della malattia, dell’organo ma alla tutela ed al recupero della Salute della persona nel suo complesso: nella sua dignità psicofisica , sociale, relazionale e spirituale.



IL TEST DEL CAMMINO dei 6 minuti e il Metodo AFE

Il Check Up Funzionale - Educativo per Valutare la Tua Capacità Funzionale e di Esercizio. Le Modalità di Prescrizione e di Mantenimento. La capacità di esercizio fisico è espressione dell’efficienza del sistema cardiovascolare e dell’ organismo.

La capacità funzionale di esercizio fisico funzionale è l’ espressione principale dell’efficienza (Salute) del sistema cardiovascolare e respiratorio e dell’intero organismo. La capacità energetica espressa con l’esercizio dipende dall’abilità del sistema cardiovascolare di aumentare la portata cardiaca e dall’abilità del muscolo di utilizzare l’ossigeno contenuto nel sangue. Misurarla quindi è Fondamentale per capire l’efficienza. Ma come?

Ci sono molti modi per valutare lo stato funzionale. Il più semplice è sicuramente quello di chiedergli: ”quanti gradini riesce a salire prima di doversi fermare?” Oppure: ”per quanti metri cammina prima di accusare disturbi?”Un’altra semplice misura è quella relativa al numero di piani di scale. Queste misure soggettive pur utili non sono in grado di dare con esattezza una misura oggettiva.

Una misura oggettiva della capacità di Esercizio e Funzionale è sicuramente indicata per costituire la base per intraprendere decisioni diagnostiche, cliniche e terapeutiche.

Il CAMMINARE è l’Attività Giornaliera e Fisiologica per antonomasia. Essa contraddistingue la base delle attività di ogni individuo, pur in modi, tempi frequenze diverse (c’è chi cammina di più, chi meno, chi solo lo stretto necssario per andare dalla scrivania alla macchina, chi va al lavoro camminando, chi cammina in casa, o solo attraversa la strada, oppure solo in casa per andare da una stanza all’altra). Comunque si cammina. In qualche modo si deve camminare per vivere. Il limite nel cammino è espressione di un handicap funzionale. Misurare la quantità del cammino e delle risposte del corpo ci aiuta a capire lo stato della nostra salute.

Ecco la base del Test del Cammino dei 6 minuti (6 Minutes Walking Test).

Poiché il CAMMINARE è un’ attività giornaliera di ogni individuo, questo test si adatta ad ogni circostanza per la valutazione dello stato funzionale: alle persone “sane” come ai pazienti. E’ un test preventivo e riabilitativo. Misura lo stato funzionale di base. Il 6MWT è un test facile, ambientale, ben tollerato, sicuro. Riflette l’attività quotidiana. Permette una misura della capacità funzionale.E fornisce la capacità e le modalità corrette di allenamento e di esercizio.

La particolare facilità applicativa favorisce l’educazione all’apprendimento, all'autoparametrazione e alla valutazione ed alla prescrizione dell’esercizo fisico. La correlazione con il livello di autonomia di vita e la capacità funzionale correlano a loro volta con la valutazione del livello di qualità di vita: miglior 6minwt = miglior qualità di vita. E’ stato dimostrato che la distanza percorsa al 6MWT correla con livelli di qualità di vita QL.

I miglioramenti nella distanza percorsa misurati al 6 Min WT si correlano inoltre con l’ottimizzazione delle terapie (farmaci, esercizio fisico, allenamento) e con riduzione di sintomi come della sintomatologia dispnea (mancanza di fiato o fiato corto), aritmie e batticuore, miglioramento della respirazione, aumento della soglia aerobica, energetica cardiorespiratoria e muscolare. Inoltre è possibile utilizzare il 6MWT come misura di valutazione dell’aderenza (effettiva applicazione e mantenimento corretto) delle terapie e dell’esercizio fisico.



Come Dove e Quando

• in un Check up di base Medico-CardioVascolare

• in una Valutazione Sportiva e Preparazione Fisica

• Con Modalità e Valutazioni Medico Tecniche adeguate ed esperte: adeguata expertise

• In Un Centro con Esperienza Medica in Cardiologia Preventiva e Riabilitativa, Esercizio Fisico e Cardiologia dello Sport

• Almeno Una prima volta e quindi ripetuto a distanza con una media di controllo compreso in un range da 1 a 3 mesi sino a 6 mesi: da 3-4 volte l’anno.



Per Informazioni, Corsi, Valutazioni

Cuore in Salute AFE Consulting : prof . Acquistapace

Policlinico di Monza : 039-2810464

Como : 031-200754

Bergamo : 035-233535

Email: flavio.acquistapace@virgilio.it



SETTING

Il test del cammino dei 6 minuti si esegue in ambiente chiuso o all’aperto lungo un percorso rettilineo. Bastano poche decine di metri in rettilineo con superficie di marcia rigida. Si può effettuare o in condizioni di base o in con spirometria portatile: con un apparecchio semplice non invasivo indossato dalla persona Telemetrato a distanza si misurano i parametri di consumo e di scambio energetico di ossigeno cardipolmonare in ogni condizione, durante il test o durante sedute di allenamento ottennedo le ottimali indicazioni diagnostiche terapeutiche e di prescrizione di esercizio fisico. In questa condizione si può misurare anche il metabolismo basale.



IL PERCORSO

Deve essere utilizzato un corridoio o un percorso rettilineo (uguale o maggiore di 30 m in lunghezza)



AFE e Scala di Percezione della Fatica:

imparando a dare un punteggio alla fatica si misura la risposta funzionale durante il test educan contestualmente a imparare a usare la scala dando un punteggio alla fatica e a definire il livello soggettivo entro il quale condurre l’allenamento.

Il metodo di soggettivizzazione della fatica si è dimostrato più efficace nella conduzione dell’esercizio fisico del controllo della frequenza.

SCALA DI PERCEZIONE DELLA FATICA

 

dai un punteggio alla tua fatica :

durante il test la mia fatica è:…….

durante l’esercizio fisico la mia fatica è…….

durante l’esercizio fisico di allenamento la mia fatica è…….

 

Nota: Durante l’esercizio fisico allenante – terapeutico il livello di percezione della fatica avvertito ed educato deve essere soggettivizzato a 3–4: giallo scuro - appena intenso – moderato.

 

• Prof. F. Acquistapace : ideatore e titolare del metodo AFE – CSAID



PERCORSO

SVILUPPO:

IN 3 Fasi, Valutazione e Pianificazione, Mantenimento Educativo, Verifica dello Sato di Salute e dell’Aderenza (TO, T1, T2). La prima fase prevede la valutazione clinica e funzionale e l’esecuzione sotto controllo della educazione. Segue la successiva fase, CENTRALE, educata, autogestitita ambientale. La terza fase rappresenta la verifica dello stato globale funzionale e della effettiva aderenza alla pratica. Le fasi ed i tempi di controllo vengono personalizzati a seconda delle esigenze cliniche psicofisiche, attitudinali e ambientali della persona oltrechè del profilo dello stato di salute e dei fattori di rischio.